Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Il Difensore civico della Toscana.

Come possiamo aiutarti



Noi vogliamo che la P.A. funzioni bene. E così pure i servizi pubblici.

Lo staff del Difensore civico è composto da funzionari disponibili e attenti, non troverete burocrati. Chi ci conosce lo sa.
Formalità ridotte al minimo: è sufficiente un colpo di telefono, per due chiacchiere per inquadrare il problema oppure un  fax o una email  e in breve i vostri casi giungono al destinatario nero su bianco. Il servizio è gratuito.



Il silenzio è d'oro?
 

In caso di inerzia il Difensore civico segnala  l’assenza di collaborazione all’amministrazione di appartenenza ai fini dell’eventuale avvio del procedimento disciplinare nei confronti del responsabile del procedimento. Oltre a ciò, può essere dato risalto mediatico al caso o a un particolare disservizio per la rilevanza di esso. Perciò il silenzio si paga a caro prezzo. Non perché siamo cattivi ma perché i soli strumenti a nostra disposizione sono quelli del confronto e della persuasione. Chi ritenga di potersi sottrarre a buon mercato al contraddittorio col cittadino e con noi fa male i conti. A fine anno tornano le pagelle. Vedremo chi andrà dietro la lavagna. Ma come sempre siete voi, i cittadini, ad assegnare i voti.

“Ho chiesto al Comune copia di un documento, so che la legge prevede il diritto di accesso. Mi hanno risposto picche a voce senza spiegarmi niente. Mi sento inerme” Sbagli
“Dovrei fare una TAC ma la lista d’attesa è infinita. Potrei andare in un istituto privato ma con la mia pensione…” Scordatelo

“Sono arrivate multe a un indirizzo dove non abito da anni, ora devo pagare una cifra spaventosa” Non è detto

“La linea telefonica è guasta, ma le fatture arrivano e salate. Ho chiamato il call center, ogni volta risposte diverse. Non riesco a orientarmi: forse è meglio pagare?” Toglietelo dalla testa

“Tanto gentile e tanto onesta pareva la tipa del gas, diceva che avrei risparmiato sulla bolletta, invece l’ultima è da capogiro, spero non me lo stacchino proprio adesso che sono alla canna del gas” Non ci provare

“Un locale aperto fino alle tre, un fracasso... Chi vigila? Rinunciamo a dormire?” Neanche per sogno

“La posta è consegnata ogni morte di papa, bollette da pagare già scadute, mi costringono a fare la domiciliazione e non voglio” Neanche a pensarci

Ci pensiamo noi